accedi   |   crea nuovo account

Passi perduti

Fui libero da infante:
sotto ai miei primi passi
si estese un consolante
sentiero senza sassi.

Care tutte le cose
più brutte, le più strane
m'erano, e che curiose
ricerche quotidiane!

Lo sguardo a mente aperta
è la più gaia scienza:
la piccola scoperta
non veste d'apparenza,

né fugge, né contrasta
ogni domanda ingenua.
Or l'attimo non basta
nella ricerca strenua

d'un senso ragionato
al triste sortilegio
del tempo, e va sprecato
l'adulto privilegio

dei piedi ben cresciuti
che presto si fan frali;
quanti passi perduti,
quanti nuovi stivali

senza un lieto avvenire!
Fioriscono gli inciampi,
si lasciano marcire
in lutto strade e campi.

 

0
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesca La Torre il 18/07/2014 07:17
    Veramente molto bella, poeticamente valida. Piaciuta molto.
  • Anonimo il 27/01/2014 22:18
    Una poesia dell'anima, che essendo tale rimane una poesia intimista, che fa parte solo del mondo interiore del Poeta... Bellissima!!
  • ignazio de michele il 27/01/2014 12:16
    stesura ottimamente articolata e dalla stessa si evince notevole capacità estensoria. bravo!
  • Rocco Michele LETTINI il 26/01/2014 11:26
    Quartine di settenari che lasciano riflettere su le assurde mutanze de viver nostro... ritrovandosi in inciampi non voluti pensando a li prati in fiore del nostro infante... Passi perduti solamente... ENCOMIABILE ALESSANDRO...

4 commenti:

  • Anonimo il 27/01/2014 05:33
    Riflessioni sulla vita che quando si è piccoli è un cammino facile e senza ostacoli, ma via via che si cresce arrivano le difficoltà sempre più dure da superare. Bella e intensa come sempre!
  • Anonimo il 26/01/2014 21:32
    Un cammino espresso in bellissimi versi.
  • Anonimo il 26/01/2014 15:32
    versi bellissimi che raccontano le difficoltà che cabiano il corso della vita... sempre bravo
  • Chira il 26/01/2014 14:19
    Il vivere inteso come cammino... semplice quando dovrebbe esserlo meno per piedini inesperti, più complicato invece man mano che si diventa si adulti ma con altre fragilità. Sempre al top, Alessandro!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0