PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ed io vedevo

-Ho acceso una parola
l'ho bruciata nel mio cuore
per veder
nella mia anima
il Tuo volto -


Cinciallegre
mi cantavano di Te

ed io vedevo

un cielo plumbeo
costringere a terra
le ali di un gabbiano

Dimmi Amore
può ancora gemere il sole


per gentilezza di cuore


Fiaccole
ed
un tintinnare di chiavi

sono
silenzi
verginità della notte
le mie mani

nell'accarezzar il Tuo volto

 

3
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/01/2014 22:14
    Versi armoniosi che comunicano i tuoi stati d'animo e la tua voce interiore si scioglie in cadenza musicale sprigionando suoni e voci... Densità di immagini che sgorgano da un cuore ricco d'amore che non vuole tenere per se ma vuole donare al mondo... Bellissima Vincenzo sublime!!
  • Giuseppe Pennella il 27/01/2014 15:12
    delicata e affascinante, amo i silenzi e le mani che accarezzano il volto. Molto bella

6 commenti:

  • loretta margherita citarei il 27/01/2014 17:36
    delicati versi, armoniosa bravo cap
  • Anonimo il 27/01/2014 13:09
    Stupenda poesia d'amore capace di emozionare chi la legge e bellissime le immagini poetiche che suggerisce.
  • Anonimo il 27/01/2014 12:37
    Bellissima Vincenzo... una poesia scritta col cuore in mano, molto emotiva... credo di aver capito fino in fondo questa poesia, e se così è posso intuire in questi versi gioia e tristezza, esaltazione d'amore e constatazione di una realtà crudele... almeno questo leggo nella chiusa. Ma non servono spiegazioni... questa poesia l'ho sentita molto... ciaociao.
  • Anonimo il 27/01/2014 11:42
    Un amore eterno come l'anima che ha il volto di colei che si ama, bravo e romantico
  • Nicola Lo Conte il 27/01/2014 11:02
    Splendida, con immagini davvero belle... in ricordo di un puro amore... da sfiorare con le dita.

  • Rocco Michele LETTINI il 27/01/2014 08:56
    Romanticismo, a piene mani, d'un eterno amore forgiato strabiliantemente... IL MIO ENCOMIO E LA MIA FELICE SETTIMANA VINCÈ

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0