accedi   |   crea nuovo account

Domandami

Domandami, reclama tu la mia presenza

Cerca il mio fare
esigi la luce i miei desideri


Invoca la calma
della tempesta che ho nel cuore
e allorché domandi
accenna un contagioso riso

Interessati alla speranza
del sogno che ho di te

Sollecitami all'interrogativo
nelle parole di vento che ho schiarito


Convoca l'invocazione che narra e ridice
di me e di te di noi

E allorché richiedi l'interrogativo
donami la gioia d'un sorriso
danni la letizia della tua bocca all'insù

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • augusto villa il 29/01/2014 10:52
    La trovo molto bella... e anche la chiusa non scherza!..
    Brava Giulia!!!
    -------
  • Giulia Aurora il 27/01/2014 20:03
    A Gianni la mia era più un esortazione e non una pretesa che l'aktro si specchi in ne
  • gianni castagneri il 27/01/2014 18:58
    bella, anche se un po' "vittimistica", nel senso che non ci si deve sempre aspettare che sia l'altro a fare e ad accorgersi di noi... dico questo anche se poi sono io il primo a cadere nel tranello!
  • loretta margherita citarei il 27/01/2014 17:52
    tornerà il sorriso piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0