accedi   |   crea nuovo account

Raggio di luna

Quando le mie palpebre
a chiudersi tendono,
no raggio de argentea luna
le pupille mie
colpendo,
ancora restano
incantate aperte,
e Te,
oh mio buon Signore
vedendo,
rallegrandosi
se abbassano al fine
e il domani
rasserenate aspettano.

 

0
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • luca il 27/01/2014 21:39
    una pace per i sensi leggere la poesia anche per l'accurata scelta delle parole che rilassano via via il lettore bravo don sempre il migliore
  • ciro giordano il 27/01/2014 20:40
    davvero bella, un'atmosfera incantata pregna di devozione a Dio

1 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 29/01/2014 16:25
    ... per vivere il sonno dei giusti, come i bambini.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0