PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Curriculum vitae

Spettabile consorzio umano
ho preso luce in pieno boom
una mattina di maggio alle prime luci
dove il toro ascende il segno dei gemelli.
Ultimo di sei mi hanno acclamato in coro
ma a tavola non c’era spazio per dire nulla.
La prima a mancare fu la maestra
e a seguire gli antichi parenti
fino allo zio che ho visto steso nel letto.
Lo guardai come fosse il primo morto
mentre in realtà ne avevo fatti fuori parecchi
con la pistola di lego.
Venne poi la piccola giungla
e l’età delle fate da grandi
quelle che non ti fanno mangiare
e nemmeno dormire la notte.
E l’amico perduto per strada
gli anni spesi a sognare
e quelli caduti a precipizio
nel fondo più fondo.
E la risalita laboriosa e lenta
con l’angustia sempre di cadere.
Così mi ritrovo oggi
a chiedere assunzione a questo cospetto
che a volte mi pare ancora lontano
e forse tale resterà fino a quando
sarà tempo di porgere distinti saluti.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

25 commenti:

  • marco moresco il 08/05/2008 09:16
    troppo buona oceano mare, e in che ruolo mi assumeresti? onda? pozza di marea? gorgo? a piace il gorgo, posso fare il gorgo?
  • Ugo Mastrogiovanni il 15/10/2007 11:02
    Molto simpatici ed esclusivi i versi di Marco Moresco, mediatori delle inevitabili vicissitudini di questa esistenza, si fanno leggere con interesse e rallegrano e intristiscono.
  • sara rota il 13/09/2007 08:33
    Ben scritta, particolare... davvero piaciuta. Un'unione di ricordi fanciulleschi fino a giungere al chiedere...
  • Ivan Benassi il 12/09/2007 23:15
    Mi associo agli altri commenti, aggiungerei una pacca sulla spalla, ma non credo l'apprezzeresti... Bravo.
  • laura cuppone il 12/09/2007 13:25
    intelligente, acuta, ben scritta e profonda...
    Bravissimo Marco
    ciao L
  • marco moresco il 12/09/2007 10:30
    grazie grazie mi sento già tutto assunto, per quel posticino lì come autista, lisa, ci faccio un pensierino, sono un goloso e, se quella sgancia mance a suon di ferrero rocher, non sarebbe male
  • marco moresco il 12/09/2007 10:00
    grazie a tutti, mi spiace per Natalia che questa volta non ha trovato materiale rasserenante, ma la poesia (ops! sta roba qui, insomma) è anche una discarica delle malinconie, e la vita, per quanto si pensi che alla fine abbia un senso e che tutto torni, non è fatta solo di sorrisi e pacche sulle spalle, ma anche di crogiolamenti amari che è inutile ignorare... va be', tutto ciò premesso, nessuno mi assume?
  • robibreak. il 11/09/2007 23:29
    c'è molto materiale interessante! mi piace..
  • Riccardo Brumana il 11/09/2007 22:14
    originale e iteressante.
  • Anonimo il 11/09/2007 22:09
    È inutile quando la sofferenza e la malinconia bussano all'anima, il risultato si vede. Complimenti Marco. Ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0