PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’enfance derobée

Ebbrezza, confusione, morte
di una bambina.
Un’innocenza strappata
in un tempo lontano,
mentre ancora s’intonavano
canti fanciulleschi.

“Ancora”, “No, basta!”
Mentre il vento attraversava
i prati, sotto un sole
beffardo e illusorio.
Piccola farfalla,
la tua vita è giunta al termine.

Le ali spezzate, la caduta,
il sangue
e poi l’abisso:
nero, il manto di una violenza infinita,
ed i bambini non cantano più.

“Ti prego, non farlo…”
ma è ormai troppo tardi:
è già una donna,
prigioniera di un corpo
che non è più suo
che potrà solo odiare.

Corpo derubato, frammentato
lasciato agonizzante
su di un prato;
mentre il vento continua a soffiare
ed i bambini, stanchi di aspettare,
sono andati via.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 20/03/2008 11:17
    Sconvolgente... questa infanzia rubata... ci sarà resa... ridata

    Con affetto
    v
  • sara rota il 13/09/2007 13:54
    Mamma mia, quale crudeltà esiste al mondo... si spererebbe di non doverla mai affrontare ed invece, purtroppo a qualcuno, senza colpe, capita... bellissima poesia... 9
  • Anonimo il 13/09/2007 11:00
    Purtroppo la tua poesia dona immagini molto chiare che non si vorrebbero vedere... sono eventi questi che manipolano l'intera vita di chi le subisce e questo mi fa incazzare tantissimo perchè ci sono persone che danno alla vita altrui un valore pari a zero.
  • Manuela Terzo il 12/09/2007 18:40
    grazie a tutti... c'è un seguito "psicologico" di questa poesia..è Poupée non plus"... grazie ancora
  • Manuela Terzo il 12/09/2007 18:37
    grazie a tutti... c'è un seguito "psicologico" di questa poesia..è Poupée non plus"... grazie ancora
  • Maria Gioia Benacquista il 12/09/2007 15:13
    Manuela, complimenti per la tua poesia. Molto brava.
    Nessuno dovrebbe rubare l'infanzia a una bambina, ma il comportamento di alcuni uomini è così crudele.
  • Antonio Pani il 12/09/2007 10:24
    Intensa, forte e toccante. Molto apprezzata. A rileggersi, ciao.
  • uy il 12/09/2007 08:40
    bellissima opera.. veramente bella mi sono piaciute le parole inconsuete che si sono mescolate bene con il macrabro (xD) argomento
  • IGNAZIO AMICO il 12/09/2007 01:29
    Tragica visione attraverso versi bellissimi di elevato valore poetico. Letta più di una volta, mi è piaciuta tanto. Applausi, continua così.
  • Manuela Terzo il 11/09/2007 22:13
    lo stile non è dei migliori, lo so, ma l'ho scritta in un momento di "rivelazione", quando quello che avevo cercato di nascondere in un angolo mi è saltato di nuovo in faccia. vi ringrazio tutti per i vostri commenti...
  • Riccardo Brumana il 11/09/2007 22:07
    quale merda di uomo può fare queste cose? solo un demone vigliacco per cui la pena massima è l'unica giustizia! coraggio...
  • Anonimo il 11/09/2007 21:55
    Quante volte ho letto poesie riguardanti l'infanzia derubata e ogni volta i miei occhi lacrimano sangue. Sento questo dolore nonostante l'esperienza sia diversa ma simile nell'innocenza violata. S'impara ad apprezzare comunque la vita e ad amare comunque, grazie ad una luce che illumina il cammino verso la rinascita. Ciao e complimenti per la tua sofferta poesia.
  • laura cuppone il 11/09/2007 21:30
    ... non mi sento di votare per ora...
    mi limito a leggere... come lo scorrere di fotogrammi di un vecchio super8.. senz'audio.. ma visto e rivisto 100, 1000. 1000000 di volte...

    Non si cancella mai una macchia simile... s'impara se si è mooooooooolto fortunati, se si ha mooooooooooooooooooooooolta fede... o qualcuno che sappia aiutarti... s'impara a convivere...
    come il pazzo con la sua parte sana...
    o il cieco con le proprie orecchie...
    a volte si vorrebbe esser annullati... a volte si ringrazia Dio per esser ancora vivi..
    rubare l'infanzia è pegio che uccidere.. peggio!!!!
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0