accedi   |   crea nuovo account

Il mio animo esulcerato

Il mio animo esulcerato,
dove può trovare sollievo?
Lasciate che io salga
sulla montagna più alta,
squassata da tempeste e venti furibondi.
Starò in piedi, nudo, a gambe larghe,
le braccia distese,
lo sguardo fisso al cielo,
il viso e il corpo
sferzati dal turbine dei venti urlanti.
Io urlerò con loro, più di loro,
gareggerò con le mie più orrende grida.
Le voci della mia pena saranno travolte,
spazzate via dalle mie labbra,
trascinate con inaudita violenza
negli anfratti dei dolori dell'umanità.
Le mie lacrime si spargeranno
nelle lagune salate dei rimorsi.
Il mio cuore ruggirà come una belva
ferita a morte e l'eco rimbalzerà
nei pozzi della rabbia.
Il mio animo di cristallo andrà in pezzi
e i frammenti si conficcheranno
sulle cortecce del tormento.
Le mie cellule dolenti infine
si sfalderanno, si disintegreranno
come foglie o pagine di quaderno
in balìa dell'uragano,
il mio corpo lacerato e carico di sofferenza
si perderà ai quattro angoli della notte
e della disperazione.

Poi
rinascerò.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Paola Reda il 21/04/2014 22:29
    Mamma mia che forza. Da rimanere senza fiato nel leggerla. Un incalzare forte, galoppante. Bellissima la chiusa che ti riporta alla realtà. SPERO in questa nuova rinascita
  • Sergio Basciu il 30/01/2014 16:27
    Grazie mariella e karen
  • Anonimo il 30/01/2014 16:15
    Molto bella la tua lirica sul dolore e la sofferenza con la chiusa che apre alla speranza... poi rinascerò
  • karen tognini il 30/01/2014 15:08
    Bella tutta la poesia... bravo bravo
  • karen tognini il 30/01/2014 15:07
    Bella la chiusa... una boccata d'aria...
    Un'esplosione di sole...
    Rinascerai!
  • Sergio Basciu il 30/01/2014 06:40
    Grazie gianni e loretta... in certi momenti l'immaginazione mi aiuta a scaricarmi un pò...
  • gianni castagneri il 30/01/2014 06:00
    toccare il fondo per poi risalire, morire per rinascere... l'importante e' crederci! bella!
  • loretta margherita citarei il 30/01/2014 06:00
    la terapia dell'urlo fa bene, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0