accedi   |   crea nuovo account

Vieni

Vieni, vieni qui
stringimi, stringimi forte
lascia che la mia carne
coaguli le sue cellule nelle tue,
disfiamo quel personale
nodoso e crudo che fa male.

Stringimi forte non ci pensare,
questo abbraccio sarà l'onda
della furia del mare
che passa, abbranca e distrugge
e dopo non sarà più eguale!

Non temere per il tuo viso
se il sembiante diventerà mio,
in amore si arriva all'assoluto,
il resto è quotidiano sciatto
non serve a noi.

 

2
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 14/02/2014 14:54
    bello quel "coagulare"... brava zì!
  • vincent corbo il 31/01/2014 06:25
    Una poesia che cresce in intensità verso dopo verso, come dev'essere l'amore passionale. Un crescendo di sensazioni fino alla perfetta fusione di due corpi.

8 commenti:

  • silvia leuzzi il 09/03/2014 22:52
    Grazie Augusto molto gentile davvero
  • augusto villa il 09/03/2014 14:59
    Piaciuta!... e complimenti in particolare per gli ultimi due versi... che trovo davvero intensi.
  • silvia leuzzi il 15/02/2014 11:31
    Grazie nipotino mio ahahhahh ciao
  • silvia leuzzi il 02/02/2014 22:33
    Grazie amici del vostro commento un salutone affettuoso a tutti
  • Gianni Spadavecchia il 02/02/2014 06:56
    In amore si arriva all'assoluto, il resto non vi appartiene.
  • Antonio Garganese il 01/02/2014 19:36
    Bella poesia, una salita impervia si affronta, oltre il pensiero logico, oltre la difficoltà, i lineamenti che invecchiano? vogliono dire bellezza gratuita quella dei lifting è opinabile e costa assai.
  • Alessandro il 01/02/2014 17:31
    Il bisogno d'affetto enunciato fino allo spasmo, in contrasto con il grigiore quotidiano.
  • silvia leuzzi il 31/01/2014 08:24
    Grazie Vincent in pochi apprezzano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0