username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Spirito Libero

Sono qui a luce spenta,
soltanto mi illumina una luce fuori dalla mia tenda
sto pensando al domani per avvantaggiarmi un poco,
dimenticando passato ed il presente che è in gioco.
Dicono che la notte porta consiglio
ed ecco che arriva all'improvviso uno sbadiglio,
Qui non è Michele Sperduto che sta dicendo questa balla
ma Spirito Libero che va a nanna.
Arriva la mattina e mi sveglio
vado a caccia e lascio il segno,
sono il più forte della mia tribù
Spirito Libero fedele ai Sioux,
di pomeriggio fumo calumet come vuole il nostro saggio
per liberare la mia aura in modo selvaggio,
è sera sono con la tribù in cerchio
a parlare di ogni nostro impegno,
arriva la notte Spirito Libero pensa all'amore
il giorno dopo si deve sposare perché il capo tribù lo vuole.
Almeno il mio alter ego è fortunato,
perché Spirito Libero da me se ne andato.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Fabio Solieri il 12/04/2014 18:49
    A me piacerebbe molto avere questa tua verve dei vent'anni, che ti auguro possa mantenere sempre nel poetico, ma non lasciare troppo libero spirito o il giocare agli indiani prende il sopravvento
  • Alessandro il 01/02/2014 17:04
    Un richiamo al sapere antico, legato alle leggi della natura.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0