username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ali

Regno di quiete appena sorta
è tremante nel silenzio il ramo
dimora della guerriera appena nata.

Clima di surreale pace,
si distende nell'aria ogni cosa
permettendo il passo a lei, ignota rapace.

Anche il fiume n'è ammaliato
dal tuo regale volo, tant'è che
più non scorre quanto n'è rapito.

Turbini di forza e ferocia
fan la combattente tua creatura
che innesca l'avanzar deciso.

Ti è ignota la paura
pur tra le sferzate d'ogni ramo
cadendo fulminea al suolo.

Hai deviato il tuo destino
raggiungendo l'utopica libertà
oh maestosa aquila

privata della sua Ala.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 01/02/2014 17:07
    Un verseggio costrutto con maestria... è doveroso riflettere in sì reale sequela...

2 commenti:

  • Fabio il 01/02/2014 17:11
    molto bella, la paura dell'inizio di qualcosa, come tutte le sfide che ci attendono nella vita, la tua poesia, molto ottimista brava complimenti...
  • Alessandro il 01/02/2014 16:45
    Chi vola lo fa per vedere dall'alto, per avere una prospettiva nuova. Cosa che noi ancora non siamo in grado di fare, almeno spiritualmente. Bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0