username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non chiuderei nemmeno le porte

Distratto, perso dietro a delle pietre
che raccontano sempre la stessa storia.
Forse non sono stato abbastanza svelto,
anche se poi chi lo può dire dov'è
che finisce il filo ed inizia la manica?
Dev'essersi strappata, me l'hai detto,
da qualche parte sopra il gomito sinistro,
il bello del moltiplicare i miracoli
sta in qualche logica di cui non so niente.
Perché le gioie più grandi sono quelle
che si nascondono dietro ai pianti,
perché le scale in salita portano sempre
da qualche altra parte. E anche se il panorama
non mi fa ridere per niente, mi arrampico
lo stesso. Da solo, di nascosto, senza
lasciare scampo a chi vorrebbe starmi accanto.
Forse è per questo che nessuno mi crede,
se dico che non sono stato io.

Non chiuderei nemmeno le porte,
fossi sicuro che gli anni rimarranno
per sempre gli stessi, sopra i giorni
consumati a chiedere perdono a chi
non è mai stato capace di dire grazie,
ci vediamo domani alla stessa ora.
E invece cresce l'istante in cui non potrò
più rimandare niente, senza neanche
il tempo di voltarmi e salutare chi
in fondo non mi ha mai voluto tanto male.
Sopra quei dubbi che di sera si fanno strada
e mi prendono alla sprovvista, perché
loro entrano ed io non ho mai finito di mangiare.
Un'oscenità che vorrei vedere
per una volta alla luce del sole,
e invece ogni volta mi tocca la penombra.
Se ci faccio i conti sono fatti miei,
però poi torno sempre indietro,
ad ascoltare le chiacchiere di una luna scialba
e le sciocchezze che si appendono
sui rami di questi quattro alberi messi in croce.
Secchi come un discorso lasciato a metà,
perché all'improvviso è entrato il protagonista
e nessuno se la sente di dirgli
com'è che andrà a finire.
Vorrei regalarmi un amen,
ma forse è ancora presto per attaccarsi alle campane.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0