PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dopo, il Monte Calvario

Figlio
Figlio mio, cosa t'han fatto
questi parenti del Diavolo
si sono mangiati la Tua Anima e il mio Cuore
appoggiati, sulle mie ginocchia
alza la testa, dimmi
quale mano è stata e
il colore dei suoi occhi
forse, anche a lui han dato trenta Denari
imbrattati di cattiveria, sangue e inferno
forse, non sapeva il male che faceva
forse era vecchio e voleva l'anima salva
sì, Tu, puoi perdonarli
perchè così era stato scritto
io no, sono una Madre
che siano maledetti
finchè durerà il Tempo

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 05/02/2014 09:50
    versi intensi che ben descrivono ciò che può provare una madre nel vedere il proprio figlio crocifisso... toccante lirica che prende il cuore sempre bravo amico mio... il Signore é misericordia infinita...
  • Alessandro il 04/02/2014 00:11
    Visionaria e carica di simboli. I miei complimenti.
  • salvo ragonesi il 02/02/2014 18:23
    Lei sapeva quale sarebbe stata la fine del Figlio di Dio venduto per trenta dinari. molto intensa. ciao salvo
  • loretta margherita citarei il 02/02/2014 16:24
    nn penso che maria li abbia maledetti, come disse dante figlia di tuo figlio, era una discepola, doveva seguire l'esempio del cristo, comunque chi commette del male si maledica e da solo, bei versi molto suggestivi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0