username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sai, piccolo uomo

Sai, anch'io ho pregato per poter scappare da me stesso,
piccolo uomo,
anch'io ho provato a gridare senza ricevere alcuna risposta.
Pur stando qua immobile, anch'io ho perso qualcosa in questo mio viaggio...
Ho visto nascere le figlie mie e poi ho sofferto vedendo volare via la loro giovinezza con l'autunno...
Ho risentito dell'inverno, del caldo afoso dell'estate, della monotonia; ma la mia quercia è ancor più spessa.
Cento anni di me ancorati al sole, cento anni luce lontani dalle mie radici... ed io non so più nemmeno chi sono, non so più chi ho creato.
E nella forza, le mie braccia scure sono sotterrate dal passato e sono inchiodato qui dalla nascita, senza poter mai andarmene...
E sai piccolo uomo, ho scoperto che vivere quello che siamo è un gran traguardo e ho maledetto la disperazione e l'odio perché sono le preghiere della morte.
Ho imparato ad osservare quel che mi circonda e ancora ho imparato...
Ci sono stati piccoli insetti a tenermi compagnia, e lontano dall'immenso, ho scoperto che fuggire non serve a niente..
È stata la più piccola formica a mostrarmi il coraggio battendosi per la sua così piccola quanto grande casa.
Eppure lei era lì, proprio accanto a me...
Ora che son un albero invecchiato dall'età, ho scoperto che posso scambiare particelle d'amore con i miei rami più lontani, ascoltando il loro vivere tra il vento..
E ancora ti guardo piccolo uomo e ti assicuro che solo ora che il mio corpo e' deforme, sono felice.
Aspettare è il nemico di Male se si inizia ad osservare...

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Fabio il 06/02/2014 01:42
    molto molto bella, l'umano visto da una maestosa quercia che aspetta la vecchiaia, che ne vede più di noi comuni mortali, più saggia di mille uomini, che attende la morte dell'umano assassino
  • Giulia il 02/02/2014 22:53
    Grazie davvero.. fa molto piacere sapere d'esser riusciti a trasmettere
  • Gian Luca Piasco il 02/02/2014 22:21
    l'ho letta più volte... mette i brividi.. sono anche io il piccolo uomo che dici... dovevo scriverla io
  • ciro giordano il 02/02/2014 20:37
    ha accenti davvero profondi
  • Anonimo il 02/02/2014 18:42
    Profonda e bella. Mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0