PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Erin

una sera di freddo
t'inventerò
sulla schiuma dell'onda
per rubarti al mare
e cucirti addosso
un sogno

brandelli di speranze
ferite e coraggi

frantumerò per te
la roccia forte
delle certezze
in polvere di niente
fra risate liberate

e giochi di corpi
nudi finalmente!

l'arte della libertà
segnerà timida la strada
tra infinite conchiglie
piene di dubbi

giocheremo a raccoglierle
a nutrirci di domande
tornerà il mare
a prenderci

senza mai una risposta

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0