accedi   |   crea nuovo account

A MIO PADRE

Padre mio, uomo sublime
che il ciel mi ha messo accanto
sol pochi anni della mia vita,
tu gia canuto, io giovane ancora;
ho mosso i primi passi in questo mondo
all'ombra tua, protetto, sempre amato.
Eri fiero di me, mi davi tutto,
trascuravi te stesso pur di fare
ad ogni costo la mia vita felice.
Discreta protezion che non pesava,
parlava al cuor l'esempio di tua vita,
tu t'imponevi  col sorriso in volto,
con la dolcezza tenera, infinita.
E che ricordo gli ultimi momenti
di tua stanca esistenza, quando forte
sul tuo letto la mano mia stringevi,
per non mollar la vita o forse, padre,
per proteggermi ancor dopo la morte.

Zeliezovce, 11/9/2007

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • rossella bisceglia il 12/10/2007 22:03
    Ignazio m'inchino... il mio voto è 10, per l'emozione che hai trasmesso. Bravo davvero, r
  • sonny sastri il 04/10/2007 09:50
    QUANDO LE PAROLE TI LASCIANO SGORGARE UNA LACRIMA DAGLI OCCHI VUOL DIRE CHE HANNO RAGGIUNTO LA TUA ANIMA.
  • Anonimo il 13/09/2007 22:50
    Complimenti Ignazio, bella dedica, ricca di sentimento e riconoscenza. Spero tu l'abbia letta a tuo padre. CIAO
  • Maria Gioia Benacquista il 13/09/2007 16:10
    Bella poesia di amore paterno. Hai avuto la fortuna di avere un padre che ti ha amato fino al suo ultimo alito di vita. Bellissimo sentimento.
  • sara rota il 13/09/2007 14:44
    Una poesia toccante, mi ha regalato emozioni, sorrisi e molta dolcezza... la dolcezza di un figlio verso il padre e viceversa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0