accedi   |   crea nuovo account

Fichi d'India

Mi vedi come un bel limone
ancora macchiato di verde
inutile nelle tue cucine.
Ti dico allora delle mie labbra
gonfie di spine
per bere il latte dalle tue
toppe, lacerate da morsi di rabbia.

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/04/2014 12:50
    Un limone sa trasformarsi in un frutto spinoso che lacera le sue "poppe". Penso che tu volessi intendere così.
    L'accostamento è geniale per esprimere amore e dolore.
  • Alessandro Moschini il 15/03/2014 12:59
    Molto bella e magistralmente scritta. Buon fine settimana.
  • Anonimo il 03/02/2014 21:36
    Originale verseggiare molto bella e melodiosa bravissimo!

3 commenti:

  • augusto villa il 10/04/2014 23:37
    L'acido e il pungente della rabbia... in poesia!
  • Nicola Lo Conte il 07/04/2014 22:40
    Nulla è acerbo se lo guardi con l'amore...
  • Anonimo il 02/04/2014 20:00
    Agave,
    non ti affannare a commentare il mio profilo perchè è tempo perso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0