accedi   |   crea nuovo account

L'alba delle mie colpe

Mi sento trascinare via da queste mura
le pareti si discostano
sfociano in fiumi di pensieri
una mano si dirige verso di me
percepisco il suo tocco e mi calmo
è la grossa mano del mio io
ma io non basto a me stesso
mi metto così in un angolo
e vedo l'alba delle mie colpe
il tramontare delle mie speranze
e una lacrima scalda il mio viso.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Alessandro il 04/02/2014 00:09
    Fare i conti con il rimorso, quando i torti insorgono e colpiscono tutti insieme, girando il mondo sottosopra.
  • Franco Antonio il 03/02/2014 20:37
    Non mi rilascia emozioni particolari questa poesia che comunque è bene scritta, ma io sono un neofita su questo sito, per cui chiedo venia se il mio commento non è gradito.
  • agave il 03/02/2014 19:38
    mi mette una certa ansia "la grossa mano del mio io" emi piace molto :=)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0