PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La luce

Non saprai mai delle lacrime versate
e, forse, di quelle che verserò.
Languido pensiero del mio essere donna
che la vita non mi dà
il fato, forse, lo farà.
La mia forza è data dal cuore!
Amare,
anonimia di un dolce passato
ed ancor più di un splendido futuro
se penso a Te...
In fondo,
non ci sono mari senza maree
tanto meno cieli senza nuvole
e, campi senza grano.
Nulla ci viene dato
senza insidie,
solo l'amore ci aiuta
a risanare, le nostre ferite,
per poi cercare quella luce.
Ah, la luce!
La luce che, noi uomini, chiamiamo Felicità!
Aspetterò il tuo essere presente in me
perché luce sfavillante sono
ma, insieme brilleremo all'unisono.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 07/02/2014 19:38
    Caruccia sta poesia, ma penzo che ce vorrà del tempo prima c'arrivino dei commenti. Io me so commossa pecchè penso all'omo mio quanno me minaccia di damme a foco e de famme sfavillà.

2 commenti:

  • calla il 10/02/2014 13:15
    grazie. È dedicata ad una gravidanza cercata!!
  • Alessandro il 08/02/2014 14:32
    Come un sole che cerca il proprio gemello. Ogni medaglia ha la sua seconda faccia. Quindi è inevitabile che due metà si reincontrino dando vita alla perfezione.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0