username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Verso la fine

Ha troppe cicatrici questa terra,
da sola non riesce più a guarire:
effetto serra, buco dell'ozono,
pioggia radioattiva e anomalie climatiche.
Troppe le ferite ricevute,
troppe le offese alla sua pelle.
Andiamo incontro al culmine finale,
e non è una previsione da maghetti
o un giochino da salotto virtuale!
È triste realtà che ormai s'avvia
verso la catastrofe globale.
I tanti protocolli disattesi
son carta straccia buona per la storia,
la crescita avanza a dismisura
conseguente al chiedere mondiale
che mai non è stato equilibrato,
preda del consumo più sfrenato,
di una tecnocrazia sempre invadente.
Muore la terra senza alcuna colpa
e noi con lei, artefici diabolici
dell'autodistruzione senza senso
per uno spirito di competizione!

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 09/02/2014 09:49
    Una bellissima poesia per dire che la terra sta soffrendo .. Ferita e lacerata dall'avidità umana... e pian piano anche noi moriremo con Lei.
  • Anonimo il 08/02/2014 19:35
    Abbiamo fame di vita... non facciamo che ucciderci e uccidere...
  • Alessandro il 08/02/2014 14:12
    Forse la terra non morirà: ha sopportato vulcani, meteoriti, terremoti, glaciazioni. Penso che a scomparire saremo noi, vittime di noi stessi.

1 commenti:

  • Anonimo il 09/02/2014 16:41
    la terra si ribella per come noi esseri umani ci stiamo comportando... bello il commento di alessandro e bellissima la tua lirica felice di averti letto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0