accedi   |   crea nuovo account

La tomba nuziale

Un bianco e nero, freddo e disadorno,
in dote avrai. È tardi. Sulla pietra
inerte la carezza del ritorno
potrà solo gettare un'ombra tetra;

e una sbiadita foto senza autore
corteggerai sul margine d'un fosso,
se altro non hai. Se mai fummo colore,
si perse addietro nel rabbioso rosso.

 

2
6 commenti     9 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

9 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 07/03/2014 10:21
    Due quartine struggenti, ma di una bellezza senza fine. Complimenti!
  • Giulia Aurora il 10/02/2014 23:05
    spazio tetro nella mente dell'autore che prospetta futuri nefasti bella ma densa
  • Anonimo il 08/02/2014 22:03
    Versi tristi e melanconici ma ricchi di fascino! Complimenti!!!
  • Rocco Michele LETTINI il 08/02/2014 18:48
    La sofferenza in un amore perduto è una cicatrice deturpante nel tempo... L'hai sottolineato con maestria in un diligente verseggio...
  • Caterina Russotti il 08/02/2014 18:33
    Una poesia triste e forte nello stesso tempo per ricordare un momento che doveva essere un qualcosa di bello ed invece ha allontanato le due persone. Molto bella nel tuo stile inconfondibile.
  • silvia leuzzi il 08/02/2014 17:21
    bella notturna e graffiante ma con il liquido morbido del verso classico e ben costruito, che conferisce aria ai significanti delle parole. Intrigante il tuo lavoro di ricerca, grande Ale ciao
  • francesco contardi il 08/02/2014 16:32
    mi piace molto la frase : "sulla pietra inerte la carezza del ritorno potrà solo gettare un ombra tetra". ho immaginato le carezza che porgiamo al marmo dove riposano i nostri cari. magari mi sbaglio. cmq Ale voglio ribadire davanti a tutti la stima nei tuoi confronti e ti ringrazio molto x tutti i commenti che fai nelle mie poesie, sia belli che brutti grazie
  • Anonimo il 08/02/2014 16:10
    "... Se mai fummo colore,
    si perse addietro nel rabbioso rosso,
    profondo recesso cupo come un fosso".

    La poesia mi ha messo tristezza e mi ha fatto pensare alla dipartita di ognuno di noi, a qualcuno in particolare che ci sta a cuore, ed ho voluto peccare d'intrusione(bonaria)per aggiungere un ultimo verso. Ti chiedo scusa e rinnovo il mio gradimento.
    Sei superbo ed elegante, mai scomposto ed esuberante. Ciao.
  • ciro giordano il 08/02/2014 16:00
    le occasioni mancate... se quello che rimane è solo una fredda pietra quanto potevamo fare e non abbiamo fatto? Nel diluvio immenso del tempo il nostro un frammento perduto "perso addietro nel rabbioso rosso"... triste e profonda poesia

6 commenti:

  • Aedo il 10/02/2014 22:38
    Poesia ben strutturata stilisticamente e suggestiva. Bravo!
  • Nicola Lo Conte il 10/02/2014 22:02
    Bella e ben scritta, benché io creda che il corpo è solo uno dei tanti involucri temporanei che indosseremo...
  • Emiliano Francesconi il 08/02/2014 22:29
    Molto triste e malinconica, stilisticamente eccelsa e ben costruita come sempre!!!! Bravo Ale
  • loretta margherita citarei il 08/02/2014 20:06
    bella anche se triste, sempre bravo
  • Anonimo il 08/02/2014 19:43
    tristmente bella... versi che toccano il lettore bravissimo ale
  • nicoletta spina il 08/02/2014 16:24
    Profonda e ben costruita... musicale e riflessiva... infonde tristezza, ma quel " se altro non hai " suscita un desiderio di rivincita fuso al rabbioso rosso. Sei molto bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0