PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

SIRIA

Siria è stata qui
in questa casa senza fondamenta
in questa stanza dal soffitto blu

Tra le rovine della mia memoria
sorge improvvisa come una scintilla

È transitata come una cometa
nel planetario della gioventù

Siria è una stella

La sua luce si spande com’essenza
e quando s’impossessa del mio tempo
diventa principessa e carceriera
dei mie pensieri e del mio futuro

Siria è la metafora del giorno
il silenzio della notte
il frastuono dell’eccitazione

È l’aroma del sogno
e il castigo della realtà
il pane del cuore
e il veleno della mia coscienza

Siria è una stella
e se ti ama
si trasforma in donna
per rubarti il respiro e le parole
il segreto che anima la vita
e la rinnova dentro le sue braccia.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 06/08/2016 10:01
    appprezzata... complimenti.

3 commenti:

  • Michele Sarrica il 05/07/2010 02:14
    Grazie, Salvatore! Nessuno mai aveva espresso simile apprezzamento per una mia poesia usando questo verbo. Grazie, Margherita, anche se con notevole ritardo!
  • Salvatore Cipriano il 04/07/2010 21:19
    questa poesia mi ha estasiato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0