accedi   |   crea nuovo account

La mia adoloscenza

Fredde stanze nella mia vita
frustate di vita nel mio animo
solo grigio e paure insonni...
La mia adolescenza scorreva
come un fiume di acque stagnanti
il mio cuore era impietrito dai timori
il mio viso sembrava fatto di marmo
come bloccato da un fotofinish
il mio cuore pulsava come se fosse
un treno in partenza senza meta
la mia adolescenza
era un mare impervio
dove il mare era inquieto
pieno di vento portando via
il mio passato
dando nuova vita a me stesso...
l'uomo che sono adesso

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 10/02/2014 18:30
    Un'infanzia infelice e dura che ha trovato nell'adolescenza la forza di lottare e combattere per un futuro migliore, fino ad arrivare all'uomo d'oggi. Complimenti bei versi.

4 commenti:

  • stefano il 10/02/2014 20:10
    grazie a tutti
  • salvo ragonesi il 10/02/2014 20:03
    Una vita sofferta ma premiata Da una grande forza, cosa comune a molti di noi. piaciuta. salvo
  • Alessandro il 10/02/2014 19:40
    La tristezza del ricordo unita alla consapevolezza di essere diventati più forti.
  • oissela il 10/02/2014 18:27
    Componimento garbato e di buona fattura.
    Momenti di vita e momenti di maturazione che portano
    alla consapevolezza del proprio essere.
    Suggestive alcune similitudini.
    Ciao.
    Oissela

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0