accedi   |   crea nuovo account

Madrigale

La religione del tempo
non ha piu'storie di fate,
fugacita' di sogni,
fanciullezza:
per riaverti ti perdo,
o cara!

Erano volo d'uccelli
silvani pensieri;
era brezza,
mattinale dolcezza
il tuo respiro;
era vita asilo
dei giorni promessi:
magia dell'infanzia
giocata coi sessi,
in mezzo al petto
ora mi giaci,
come poesia,
reliquia di pudore!...

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Renato il 12/02/2014 17:21
    ... che non appare il testo!---

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0