PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Libellula breve

Solitario me ne stavo
ad un'acqua stagna
chiusa e buia
meditando oscuri,
capovolti segni della vita.
Bizzarro insetto febbrile,
da lunga metamorfosi venuto,
cadde in superfice;
s'accesero spirali...
Rapido battere d'ali
cui rassomiglio
il tempo nostro:
Anch'io m'acerbo
per dure domande:
Che cercavi libellula breve?!

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • vincent corbo il 12/02/2014 07:38
    La vera poesia non ha bisogno di commenti perché si fa amare alla prima lettura. Complimenti.
  • Alessandro il 11/02/2014 21:46
    Un incontro inaspettato che rivela l'immensità del piccolo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0