accedi   |   crea nuovo account

Liquirizia

come
essenza di liquirizia, riempi
vene e cervello col tuo, fare
lasci in bocca, l'impudico venato d'amaro
come radice
àncori volontà e sensi agli apicali
di quel sentimento che non conosce Tempo
incatenato, al tuo aroma che non ha stagione
desiderai
il tuo zucchero, nel cafè nero della vita mia
bruciarsi
con quella fiamma che fuoco non è
al ritmo instancabile del metronomo Amore
mi rialzo, come onda in una tempesta di sensi
provo, forse sbagliando
a non guardarmi indietro ma
come essenza di liquirizia...

 

0
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 13/02/2014 18:39
    Un essenza n'è troppo dolce.. Ne troppo amara.. Proprio come la liquirizia che va gustata assaporandola piano piano... E non ne puoi fare a meno...
    Stupenda

6 commenti:

  • Alessandro il 13/02/2014 19:31
    Mannaggia a te, mi fai venire l'acquolina.
  • loretta margherita citarei il 13/02/2014 18:33
    magnifica poesia, amico caro
  • ignazio de michele il 13/02/2014 17:51
    Anna Marinelli... nessun problema, ci mancherebbe. le opinioni vanno rispettate.
  • anna marinelli il 13/02/2014 13:47
    chiedo venia
    scusa scusa scusa!!!
  • ignazio de michele il 13/02/2014 10:54
    Anna Marinelli, premesso che ti ringrazio per il contributo apportato, preciso ciò che a suo tempo ho risposto ad un altro altrettanto valido Autore. ossia, le Poesie sono come i Figli, son belle/i così come nascono. ciao
  • anna marinelli il 13/02/2014 08:06
    un Fare poetico seducente come l'essenza di liquirizia che adoro...(guarda un po' la punteggiatura peròComplimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0