username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Figli della luce

Pochi sono rimasti
a credere che i fiori
sbocciano anche nel deserto

che dietro un plumbeo cielo
v'è sempre di giorno il sole
e di sera le fulgide stelle

e che al crepuscolo
la luce non abbandona
gli orizzonti umani.

Pochi credono
che gli occhi riescano a vedere
anche nel fitto buio

che la vita è un perpetuo
rinnovarsi anche quando
si scontra con la morte,

che Dio è sempre presente
anche se gli uomini più
non si amano.

Pochi sono rimasti a credere...

piccolo popolo, gente di pace
figli della luce
della speranza
che abbraccia il mondo
e cresce nel cuore di tutti.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 24/02/2014 09:32
    Dio è sempre presente
    anche se gli uomini più
    non si amano.

    UNA OSSERVAZIONE DA MEDITARE... ADORABILE VERSEGGIO...
  • GIUSEPPE il 23/02/2014 12:17
    Pochi sono rimasti a credere che... si è vero, la speranza è qualcosa di innato nell'uomo, perché occorre sempre trovare qualche scappatoia che ci porti ad essere più ottimisti, anche quando il buio incombe; serve per sopravvivere; il problema è che oggi qualcosa è cambiato realmente per cui il nostro genoma si sta modificando e il desiderio di speranza di una volta viene meno giorno dopo giorno; viviamo in un periodo di oscurantismo; paradossalmente non siamo nel 21 secolo ma nell'anno mille; pieno medioevo in cui la gente non conosceva la parola speranza. Ciao, apprezzata.

2 commenti:

  • luigi deluca il 26/02/2014 05:11
    Per la serie: Meglio pochi ma buoni
  • Anonimo il 23/02/2014 10:00
    sempre liriche che portano a risvegliare in noi la parte migliore bacione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0