PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il gusto della parola

Il gusto lascivo della parola
Corre lungo strade sterrate,
si lascia abbindolare dai suoni
purpuree rose erose dal Tempo.
Pensieri che suscitano pensieri,
parole che producono parole
e il silenzio della deriva del tempo
ignora il nostro volto
inasprito dalle volute di fumo
di questa densa quotidianità
che illuminiamo appena.

 

1
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 11/03/2014 15:50
    "il gusto lascivo della parola"... bello, davvero bello!
  • Rocco Michele LETTINI il 27/02/2014 05:37
    UN VERSEGGIO CHE RIFLETTE QUANTO DILIGENTEMENTE DECANTATO... LA FOTO NITIDA DELLA NOSTRA QUOTIDIANITA'... IL MIO ELOGIO E LA MIA FELICE GIORNATA...
  • Antonio Garganese il 26/02/2014 23:13
    Mi piace pensare che le ripetizioni siano volute per creare un'enfasi alla vacuità di certe parole propinate a nostro uso e consumo magari televisivo, mediatico o di rete. Alle volte basta una bella sigla, un jingle per rendere geniale una idiozia, brava se non ci caschi.

3 commenti:

  • silvia leuzzi il 09/03/2014 22:53
    Grazie Augusto ora è tardi ma domani passo a conoscere meglio i tuoi lavori ciao
  • augusto villa il 09/03/2014 15:02
    Bella e ben scritta... Complimenti!
  • silvia leuzzi il 27/02/2014 08:02
    Le ripetizioni sono assolutamente volute... la magia della poesia... che si interseca nella noia della quotidianità

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0