accedi   |   crea nuovo account

Primo di marzo

Nel sentore dell'imminente
primavera
paion gli alberi i rami sgranchire
ingigantite le gemme
prossime son a fiorire,

intonano un canto nuovo gli uccelli
e dalla brulla terra
s'alzano flessuosi
gli steli dei primaverili fiori.

Timide violette fra verdi chiazze
fan capolino,
ridono le colorate primule
sui balconi e nel giardino.

Anche la gente
da tiepido refolo
or accarezzata
dimentica l'invernale tedio...

nel volto più rilassata
volentieri al sorriso s'apre.

 

4
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 01/03/2014 18:30
    un sentore di primavera mirabile in questo tuo scritto...
  • Rocco Michele LETTINI il 01/03/2014 18:04
    Che sentore di primavera effondono i tuoi mirabili versi... STUPENDA COME SEMPRE...

3 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 03/03/2014 17:45
    Bellissima quadro del mondo che si prepara a ri-vivere...
    Sembra di vedere ciò che così bene descrivi!!!
  • leopoldo il 01/03/2014 22:00
    Questi tuoi versi, anticipano piacevolmente la Primavera Loretta.
  • Anonimo il 01/03/2014 15:32
    Bellisime immagini che fanno venir voglia di primavera, tvb!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0