accedi   |   crea nuovo account

I cieli della mente

- camminava in un deserto
dove ogni granello di sabbia
era
fruscio di salvezza e scricchiolio di condanna -

A volte
una nota disarmonica

porta in sé

spezzando un ritmo
già di per sé bello

la bellezza
di una più grande armonia

è
successo nella mia vita
prima che incontrassi

una armonica a bocca su cui soffiare

suoni gradevoli
strumentali accordi

totali rapimenti mi sconvolsero i sensi

come
un nomade dell'anima
proveniente da diversi corpi mi ritrovai in un deserto dagli infiniti contrasti

baciai parole
umide di labbra

e
mute polveri di stelle
trasfigurate
in oasi di vita
da lacrime divine

in tessuti di emozioni
incontrai la purezza dell'Amore

ma
sopraggiunsero
dai cieli della mia mente

veli di fumo
e
fuliggini di vento

uragani
di miraggi
a complicarmi il tutto

con grida selvagge elaborate da eremitiche alcove

si spense
per abbandono di sole

la miracolosa luce fonte di ogni sogno

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 03/03/2014 23:55
    si molto bella con un malinconico finale che la fa entrare dentro
  • luca il 03/03/2014 20:42
    Direi sublime... sorprendente e trasognata malinconico il finale, mi piace questo genere, grande poeta continua così
  • Rocco Michele LETTINI il 03/03/2014 11:06
    Un'introspettività metaforizzata con maestria in versi che lasciano nello stupore totale...

2 commenti:

  • Attanasio D'Agostino il 03/03/2014 19:19
    la profondità dei tuoi versi esalta la maestria dell'autore
    "mute polveri di stelle
    trasfigurate
    in oasi di vita
    da lacrime divine" un caro saluto Vincè
    Tanà
  • Pino il 03/03/2014 14:46
    Bellissima poesia con parole che compongono versi molto profondi I miei complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0