username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'ieri

Non chiedermi niente,
distacca la mente da ogni presente.
Ieri ero l'oggi, ora son l'ieri,
sono stato il domani.
Non rendere vani
gl'istanti ch'azzeri soltanto fiatando.
Pensa soltanto a quando il tuo tempo
sarà sterminato,
senza misura, senza formato
e disponi le basi per quello che vale.
Non sia il normale solo l'apparenza
percorri l'essenza, la conoscenza,
germoglia il tuo meglio;
intona le lodi, rimuovi ogni male.
La Meta vicina non è la mondana,
non è un arcano il limite sano;
la Sede lontana è poco distante,
clemente, brillante: la Sola Dimora,
priva di oggi, di ieri e domani,
senza neri, né bianchi,
biondi o castani,
dove c'è sempre stato
dove il Tempo ci vive,
dove c'è nato.

 

6
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 01/04/2014 01:44
    Maestro lei mi emoziona sempre.. che dire.. immenso
  • Centrone Stefano il 14/03/2014 09:03
    Caro Ugo, questa poesia è a dir poco stupenda.
    Non riesco ad andare oltre nel commento perché mi blocco.
    E commentarla, alla fin fine non spetta a me, ma a uno degno di fare commenti.
  • vincent corbo il 04/03/2014 05:52
    Bella, rotonda, oserei dire completa. Ma anche giocosa e avvolgente.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/03/2014 18:07
    Si vede l'impronta del maestro... Filosofia e poesia in un connubio unico... IL MIO ELOGIO UGO...
  • Giulia Aurora il 03/03/2014 15:04
    a i giochi di rime bellissime il tema di confronti è profondità è esilarante bellissima

6 commenti:

  • Anonimo il 11/03/2014 19:10
    sei un grande Ugo... sempre un gran piacere leggere le tue opere con stima ed affetto
  • nicoletta spina il 06/03/2014 20:53
    Che splendore Ugo, grande maestria nella composizione, il tuo filosofico sentire va a braccetto con profonda poesia e la rima giocosa fa spuntare il sorriso dopo la riflessione.
  • Attanasio D'Agostino il 03/03/2014 19:14
    poetica e filosofica, nel tocco del maestro, la bravura dell'artista, il saper riconoscere... il mio inchino Ugo
    un caro saluto Tanà
  • loretta margherita citarei il 03/03/2014 18:41
    OGGI VA DI MODA RINCORRERE LE COSE VANESIE, PURTROPPO, SEI MITICO UGO
  • Anonimo il 03/03/2014 15:58
    Non sprecare il tue tempo in cose effimere ma persegui la conoscenza, fai germogliare il meglio di te... è una poesia filosofica la tua, molto profonda. Bellissima!
  • Chira il 03/03/2014 14:29
    ... non sia il normale solo l'apparenza percorri l'essenza, la conoscenza, germoglia il tuo meglio... filosofeggiare prezioso, ogni frase è da meditare.
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0