PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

IL MISTERO

Rapito dal tuo vortice
sto scrutando il tuo cielo infinito
volteggiando nel tuo vento impetuoso
naufragando nel tuo mare in tempesta
sprofondando nei tortuosi meandri della mia mente
ma sto solo impazzendo
perdendomi in un labirinto enorme.
Scopro l'ignoranza della scienza.
Smarrisco la mia fede.
Rimango spaventosamente affascinato.
Sulla riva un bimbo col suo secchiello
vuol prendere un po' alla volta tutto il mare.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • silvana capelli il 17/10/2012 10:23
    Caro Claudio, ti auguro di rimanere sempre affascinato dal cielo infinito e recuperare a piene mani la tua fede, quest'anno appena iniziato dal Papa proprio per approfondire tutti, la nostra fede.
    La tua poesia l'ho apprezzata, molto piaciuta bravo!
    Buona giornata.
  • Ivan Benassi il 16/09/2007 20:04
    Bella Messsina. Sicilia da vivere. Belli i versi.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0