PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Legamenti

Nel groviglio della notte cerco te
Spasimi reali di sudore bagnati
E nel sogno,
ti trovo
tra onde magnetiche
E spine selvatiche
In un intreccio che
lega il, mio, cuore
E lega te.

Indissolubili peccati
Ninfa di linfe vitree elettriche,
Musa che dagli angoli
Fai nodi alle mie perversioni
Intreccio, smeraldo e rugiada
delle tue labbra
Così vibranti,
ed eccentriche.

Il risveglio è reale
ma e senza te
Legato e appeso al mio, cuore
E a te.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Raffaele Arena il 24/03/2014 21:42
    Non trovo adatta la ridondanxa di "te', anche se sicuramente e' a una persona cui l'autore e' "legato' in mofo forte. I primi nove versi sono secondo me una poesia compiuta. Nella seconda parte. la forma si compllica con metafore forzate che non permettono di rendere il senso, ms solo di intuirlo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0