accedi   |   crea nuovo account

Mio mese di marzo

Dove l'ho lasciata quella mia gioia di vivere?
Ora che la primavera è alle porte,
ma birichina,
va e viene
in una sorta di sereno variabile.

Forse l'ho lasciata tra le pieghe
di un giallo vestito
o nella pigrizia
di un petalo
di viola del pensiero.

Ma davvero
ho voglia che mi porti a fare un giro
in bicicletta
per vedere la ruota
che gira ancora
il tempo che cambia
le ali di una farfalla...

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/03/2014 16:31
    Riconosco in te la mia gioia di vivere a contatto della natura.
    C'è una grande gioia in te che pochi sanno riconoscere di avere.
    Il mio sincero saluto.

4 commenti:

  • TIZIANA GAY il 05/03/2016 18:20
    si, vai a fare un giro e crogiolati nei colori del risveglio...
  • frivolous b. il 12/03/2014 11:58
    perchè? il giallo è un colore pieno di vita... anche se riconosco che non è uno dei miei colori preferiti... preferisco colori più lugubri come "il viola", in tutte le sue tonalità... Gianni, Rafaela vi ringrazio di cuore!
  • Anonimo il 11/03/2014 17:41
    Vestiti di un altro colore e nutriti di marzo.
  • gianni castagneri il 11/03/2014 16:55
    bella e leggera! voglio anche io rivivere la primavera di un tempo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0