accedi   |   crea nuovo account

Dammi un paziente fuoco

Dammi
un paziente fuoco
dove bruciare
i miei fogli falsi,
le pagine inutili,
dove gettare
in un'unica vampa
le mie ipocrisie e le mie debolezze,
dove purificare il mio cuore,
dove non pensare
nel paziente fuoco
all'impaziente domani.

 

2
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 12/03/2014 12:39
    bello il senso di dannazione un po' "maledetta" che trasmette!
  • Vincenzo Capitanucci il 12/03/2014 10:38
    attraversare il fuoco... come in un inferno dantesco... dove bruciare tutte le nostre ipocrisie e debolezze.. per ritrovare sul palcoscenico del nostro cuore la Bea Beltà... impaziente attrice di baciare... le labbra del nostro domani...

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 12/03/2014 18:42
    le ipocrisie le brucerei le debolezze no, in quanto siamo esseri umani, fragili x l'appunto, bella sergio, 1 abbraccio
  • Maddy il 12/03/2014 14:54
    Bella piaciuta veramente
  • Anonimo il 12/03/2014 11:23
    fuoco cammina con me: questa è una versione nuova e bella sui modi di utilizzare il fuoco che vuoi ti cammini a fianco, anche se quella somiglia alla passione e questa ad un impeto iconoclasta e autodistruttivo
  • anna marinelli il 12/03/2014 11:08
    Sì... il paziente fuoco purificatore di tante povertà dello spirito..."dove gettare
    in un'unica vampa
    le mie ipocrisie e le mie debolezze,
    dove purificare il mio cuore"

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0