accedi   |   crea nuovo account

La faccia bianca del mondo

Il limpido vuoto
di ogni risveglio
nella memoria di carne
macera e sedimenta
pagine d'amore, volteggi di foglie cadute,
storie e vie, contingenze senza narratore,
terre e catrami a strati
nello stesso cuore.

Eppure
vivo nello stesso cuore.

Tutti i laghi del ricordo
creano nuovi cigni e soli,
repliche bianche
a galla sui petroli degli dei,
depositi coscienti nelle grandi catene dell'essere,
che liberano continui neonati canti
ed ancora
creano paesaggi stellari
nell'acqua e per il cielo.

Dall'acqua
vivo nello stesso cuore
e sento le ombre tra le ore delle caverne
lontane idee del mondo
e nel sogno
e nelle tensioni erotiche
compongo note sole
della faccia bianca del mondo
- mio compagno d'avventura.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 13/03/2014 01:28
    Un volto cereo del mondo che porta tutto il negativo che lo tortura, che lo deprime... Un profondo verseggio che doverosamente denuncia questo feroce compagno d'avventura...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0