accedi   |   crea nuovo account

Fantasmi d'infinito

Mi manchi
d'infinito

e
tutto quello che io conosco del finito

è
una lacerazione
d'abissi

non ricucibili nel tempo

Vorrei essere stasera
per Te
quando rientri a casa e sei solo

quell'immaginario angelo della notte
che viene a rimboccarti le coperte

come quando eri bambino

che nelle ombre del buio vedeva tremare di freddo

i fantasmi

della nostra paura

 

4
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/03/2014 08:29
    ... vorrei essere un angelo... che viene a rimboccarti le coperte...
    bellissima immagine! Tutti noi abbiamo bisogno di un angelo che ci dia sicurezza e ci guarisca dalla solitudine.
    Una poesia profonda espressa con la consueta maestria
  • Sergio Basciu il 15/03/2014 10:26
    Questa vita.. lacerazione di abissi.. solitudine, paura, .. chi deve essere rassicurato e chi vuole rassicurare.. temi profondi, vitali, suggeriti con la consueta maestria.. ciao
  • Rocco Michele LETTINI il 15/03/2014 09:54
    Un angelo per donare il calore mancante a chi è nella sofferenza... SAPIENTE E AMOREVOLE3 VERSICOLARE...
  • Antonio Garganese il 15/03/2014 08:49
    Una bella poesia su quello che la mente non risolve, ciò che non si riesce a spiegare fa mistero, forse paura. Serve una soluzione alla solitudine, una consolazione alla paura. Una carezza che in quest'opera è bene espressa.

4 commenti:

  • loretta margherita citarei il 15/03/2014 18:10
    bella la visione di questo angelo, piaciutissima cap
  • karen tognini il 15/03/2014 14:22
    Vorrei essere stasera
    per Te
    quando rientri a casa e sei solo

    quell'immaginario angelo della notte
    che viene a rimboccarti le coperte

    Troppo bella Vincenzo!!!
  • Anonimo il 15/03/2014 08:57
    Sono veramente Angeli -e veri Saggi- coloro che <sanno> stare vicino a chi soffre, in forme tanto più adatte quanto più anomala sia quella sofferenza.
  • Anonimo il 15/03/2014 08:25
    Gli angeli di cui abbiamo veramente bisogno, non sono uguali per tutti. C'è chi si avvantaggia solo di dolcezza, chi ha necessità di una forte, anche se amorevole scrollata... per non starsene sempre seduto a terra in lacrime, o "beata" contemplazione del nulla. Vera

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0