accedi   |   crea nuovo account

La nostra origine celeste svelata in un bacio

Provenienti
dall'aldilà

le nostre labbra

piccole toniche vacuità
se isolate

si sono incontrate
qui su terra

nel breve minuto canto di un bacio

fu un arpeggio di lune
scivolato
da un leggio di cielo

a trasportarci in un mare d'Amore

mentre
con gambe intonate di sole

ad un la maggiore

scavalcavi
l'orizzonte della mia notte

il tempo
del nostro vivere

danzando
in simbiosi d'aurora

si è innalzato
in un accordo di note

d'or ora
i tramonti
per le nostre anime
sono
gocce

di poesia

monti
scalati
da benefiche piogge

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 16/03/2014 05:44
    GOCCE DI POESIA SGORGATE AMOREVOLMENTE... È IL TUO CARISMA E IL TUO FASCINO ARTISTICO VINCE'... IL MIO ENCOMIO E LA MIA SERENA DOMENICA.
  • Sergio Basciu il 16/03/2014 05:36
    .. piccole toniche vacuità.. fu un arpeggio di lune.. scavalcavi l'orizzonte della mia notte.. immagini molto belle.. grande musicalità.. ritmo perfetto.. ammirevole.. mi piace

2 commenti:

  • Anonimo il 16/03/2014 14:29
    Immagini molto belle espresse con uno stile perfetto.
  • Anonimo il 16/03/2014 10:58
    incontro sigillato con un bacio... in simbiosi d'aurora... eccelsa...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0