accedi   |   crea nuovo account

All'alba danzano le mie fantasie

All'alba danzano le mie fantasie.
Incrociano le fate, le janas
dalla candida pelle che si rifugiano
nelle rocce dopo una notte di magie
tra cespugli e roveti in cui si impigliano
le loro struggenti canzoni.
Un giorno una fata si attarderà
a distrarre i custodi del mattino.
I cancelli del sole resteranno chiusi
per darle il tempo di accucciarsi
sul suo cuscino, scostarle dolcemente
i capelli e sussurrarle segrete melodie.
Il tempo, le stelle, l'universo
tratterranno il fiato.
Poi
i cancelli dell'aurora si apriranno,
la fata correrà a nascondersi
e quel giorno
dopo interminabili ere di glaciazioni
lei si avvicinerà
quel giorno mi guarderà
quel giorno finalmente mi sorriderà.

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 17/03/2014 04:38
    Ti dirò la Verità...è stata una Tua fata... ad ispirarmi.. essendo... grazie... Sergio...
  • Caterina Russotti il 16/03/2014 19:58
    Stupendi versi che esprimono la speranza di poter un giorno... Vedere avverarsi i propri sogni, i propri desideri. Sembra quasi una favola. Complimenti

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 16/03/2014 17:34
    bella poesia coivolgente
  • Alessio il 16/03/2014 14:42
    piaciuta , bel finale
  • Anonimo il 16/03/2014 14:17
    Una bella poesia dolce e profumata di magia!
  • Anonimo il 16/03/2014 13:14
    anche io spesso ho il ricordo di quella fata dalle multiformi funzioni e aspetti vari, ti auguro che davvero quel giorno ti sorriderà
  • anna rita pincopallo il 16/03/2014 12:25
    poesia gradevole piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0