accedi   |   crea nuovo account

Il giardino dei ciliegi

Bello era il giardino
dei ciliegi.

Le aiuole erano tante,
verdeggianti, cariche
di profumate viole.

All'alba di un nuovo
giorno, tra rami e fiori

di pesco:cinguettava
allegro un giovane usignolo.

La natura lasciava
armoniosa il dolce canto
della natura.

Un ciliegio si ergeva
in mezzo ai fiori, lasciava

allo sguardo i suoi frutti
rossi.; intorno tutto taceva

in quella meravigliosa alba;
il cuore sospirava in quel
incanto.

L'albero dei ciliegi era li
e aspettava mani che

raccogliessero i suoi saporiti
frutti. Come sa donare la natura

nessun essere al mondo lo sa fare.
La natura regala emozioni con sincera

allegria e spontaneità e suona ai cuori
la musica più bella, fra raggi di sole
e soffi di vento.

 

1
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 29/02/2016 09:36
    splendida... complimenti.
  • Alessandro il 18/03/2014 14:24
    La natura regala spontaneamente, senza falsi fini. Un ecosistema dal quale ci distanziamo. Ottima
  • Anonimo il 17/03/2014 19:37
    La generosità della natura pari alla sua spontaneità nel descriverla.
  • Caterina Russotti il 17/03/2014 18:18
    Dolce e delicati versi che rendono stupenda questa tua poesia. Complimenti

3 commenti:

  • romana il 17/03/2014 19:06
    Grazie Caterina... buona serata
  • romana il 17/03/2014 17:19
    grazie Frangio
  • Anonimo il 17/03/2014 17:10
    Non è ancora in fioritura il ciliegio ma si sta preparando e tu lo accogli dando il benvenuto con poesia... bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0