accedi   |   crea nuovo account

Cantori

Ma i poeti possono rimproverare
i cantori quando un troppo
acuto è ciò che rimane
del pensiero
Le parole
pur
ignorate
hanno un suono
sottile che poi ritorna
sempre da un lunghissimo viaggio

E chi canta deve scendere in quei
nascosti e golosi anfratti
dove il sogno è semplice
e nuovo.

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 18/03/2014 20:51
    Sono voci dell'anima... Una cantata e l'altra scritta. Stupenda
  • Rocco Michele LETTINI il 18/03/2014 19:12
    Un forgiato che sottolinea diatribe ormai secolari...
    Sposare l'animo del poeta o plaudire solo l'acuto del cantore?
    IL MIO ELOGIO ROBERTO.
  • Anonimo il 18/03/2014 16:12
    Dovrebbero appoggiarsi l'un l'altro!

1 commenti:

  • augusto villa il 22/03/2014 14:28
    Stavo pensando a come sarebbe potuta venire... scritta dal punto di vista del suono... Bella!... e stimolante...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0