username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La rabbia

Lo sai bene che sbatti la testa su di un capro
Un uomo come te caduto lì per caso
E come un cane idrofobo ringhi
Sono le parole d'amore che hanno preso troppi calci
a cambiare vestito
E non sai più da cosa è cominciato
questo stupido rito
Cani che si azzannano
Mentre angeli salgono al cielo
Lasciando i loro cuccioli orfani
Cieca
Sorda
Folle Rabbia

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 20/03/2014 19:51
    UNA RABBIA DECANTATA FEDELMENTE... PUR NEL SUO ROFONDO E TOCCANTE COSTRUTTO...

3 commenti:

  • Sabrina C. P. il 21/03/2014 15:04
    Grazie del tuo intervento, Alessandro!
  • Alessandro il 21/03/2014 13:02
    Un vortice d'ira efficacemente reso con immagini di bestie folli. Anche se non sono un fan delle chiuse così plateali.
  • Sabrina C. P. il 20/03/2014 22:37
    Ciao, Rocco.. Buona notte.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0