PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amare l'amore

Sognarti sarebbe stato
Come navigare il cielo
E prenderti ai confini della terra
Dell'universo il canto i rintocchi
Delle campane in festa

Nel vento è come sfidare
Quando si fa sera
Il volo delle aquile le nebbie
I concerti degli amanti
Le splendide serate dell'estate

E camminare l'amore dei sentieri
Le luci nude soavi delle lucciole
Momenti solenni questi
Improvvisati come quando
Sorge lo spirito dal sognante altare

Dei memori sentieri
Assorbo le fraganze del tuo seno
Le grazie dalle caviglie al grembo
Così sempre eternamente all'unisono

Semplicemente

 

0
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/03/2014 20:12
    Parole intense e passionali, dedicate all'amore eterno quello che non finirà mai, che non ha confini... Bellissima!
  • Rocco Michele LETTINI il 20/03/2014 19:59
    Una sequela di eterno amore mirabilmente corredata...

3 commenti:

  • Salvatore Messina il 21/03/2014 18:19
    Ok Alessandro, spero di fare "altri progressi!"
  • Salvatore Messina il 21/03/2014 18:16
    Grazie per i commenti che aiutano per migliorarsi. SalutiBelli!
  • Alessandro il 21/03/2014 13:06
    La vedo poco ricercata in termini di lessico e immagini. La mia strofa preferita è l'ultima.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0