accedi   |   crea nuovo account

Malinconia

Ho bisogno di
Malinconia
Per guarire
Dalla finzione

Girovagare
Tra i miei vestiti
Più vecchi
E le foto
Occhialute

Disprezzo una
Fetta di vita
Torta edulcorata
Che sa di
Traguardi mai
Tagliati

Oppure ho
Rincorso
Cavalli a dondolo
Che qualcuno
Ha incollato
In terra.

 

0
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/03/2014 09:10
    Hai proprio ragione, Vincenzo: la <vita edulcorata> nulla ha di veramente dolce. Solo sapori ambigui.
  • Alessandro il 23/03/2014 02:01
    La prima quartina è quasi aforistica: meglio la sofferenza della finzione, l'importante è che qualcosa spezzi le illusioni.
  • frivolous b. il 22/03/2014 16:06
    quanto ti capisco!!!... bravissimo!

2 commenti:

  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 28/03/2014 10:04
    HAI DETTO LA Verità!
    (però scusami ma mi viene da ridere per le, se pur drammatiche, immagini che hai usato); dipende forse da un mio "modo scherzoso" DI prendere la vita.
  • Ugo Mastrogiovanni il 24/03/2014 09:58
    Corbo scrive poesia perché questa possa essere una sorta d'indagine della nostra condizione esistenziale. Allusioni alle illusioni che tutti creiamo nel nostro percorso vitale, il disorientamento e la mancanza di certezze che il poeta tratta con il garbo estremo e tatto lirico d'eccezione. Versi gentili che non offendono la realtà di tutti i giorni, ma la osservano vezzeggiandola. Una poesia di rara bellezza, bravo Vincent, mi hai deliziato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0