username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La ballata dei capelli bianchi

È caduta la neve
Stamane l'ho vista,
stavo sovrappensiero,
volavo davvero
tra incubi e sogni
di crudeli menzogne,
di sorrisi e tramonti,
di amori e languori.

È caduta la neve
Era fredda, gelata
Mi ha spiazzato per strada
Ma l'ho dovuta guardare
Non m'ha fatto male,
peggiore è il ricordo del sole
i giorni andati
non sempre goduti
e forse... sprecati.

È caduta la neve
Come cade sovente
E non ci posso far niente,
il tempo è passato,
il prato s'è seccato
i solchi tracciati
il mare ha empito.

Non resta che il parrucchiere
per provare emozioni
che empiono gli occhi
con fugaci illusioni
momenti esaltanti
per donne perdenti
o fors'anche vincenti
dipende dagli eventi.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • silvia leuzzi il 06/04/2014 21:43
    Che piacere trovare il tuo commento Fabio, l'amarezza è un po' propria dell'età che avanza... ciao e grazie davvero
  • Fabio Magris il 05/04/2014 22:09
    Triste ma... bellissima. Piena di sentimento. Quello che scrivi penetra nell'animo. Proprio. Stavolta l'ironia non riesce a "coprire" l'amarezza.
    Complimenti per la tua bravura.
  • silvia leuzzi il 22/03/2014 21:22
    Grazie amici, credete di persona sono una burlona, ma l'anima è amara, perché la vita è amara... almeno la mia, almeno per me. Ciao sempre grata per la vostra attenzione
  • marcello moiso il 22/03/2014 19:38
    Maestra d'ironia.. e bravura
  • ciro giordano il 22/03/2014 18:40
    quant'è amara questa tua, condita da una sapiente ironia... piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0