PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'anima del mondo e il mondo dell'anima

Ascolta le ore pulsare
l'istante che hai davanti è già scomparso
stelle che bruciano
atomi ingialliti
echi polverosi delle rocce
moltiplicati nell'infinito spazio.
Come sembra di essere nulla,
un respiro lieve
della vita affaticata,
un microscopico tintinnio
nel rimbombo dei pianeti.
Ma ascolta i discorsi delle nuvole
parole incomprensibili per le orecchie
non per il cuore.
Dicono che
se unisci il tuo silenzio
a mille altri
puoi crescere a dismisura nell'anima del mondo.
Dicono che
se connetti il tuo cuore
alla marea straripante, alla turbolenza
dell'anima primitiva
che da sempre danza al di là della coscienza,
l'inconscio dell'umanità ricco di miti che ispirano
i sogni, le fantasie, le favole, le leggende, la creatività,
che regala le premonizioni, il già visto, le intuizioni
allora
puoi dimenticarti del tempo
delle ore dei minuti
puoi meravigliarti di quanto può essere bello
perdere l'orientamento
puoi scrostare e far brillare la scheggia d'infinito
nascosta dentro di te
se nel mondo dell'anima senza ragionarci
lasci il cuore libero
di volare, di ridere, di stupirsi, di amare.

 

l'autore Sergio Basciu ha riportato queste note sull'opera

Per Jung l'inconscio contiene anche il patrimonio psicologico dell'umanità, l'inconscio collettivo.


0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0