PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io sono ciò che tu non sei

Amica del mio cuore, domiciliata nei miei sogni,
sei liquida, profonda, misteriosa, sensuale come acqua.

Io sono ciò che tu non sei.

Quando scorri come ruscello limpido
io sono la terra che si offre alle tue carezze,
ti attira nel suo letto di ciottoli frementi.

Quando sei torrente turbolento
sono l'argine solido alla tua collera,
il petto su cui versare la spuma dei tuoi dolori,
l'abbraccio pronto a contenere il tuo desiderio.

Quando ti fai pioggia e ti rovesci su di me
sono la terra inaridita che scopre la felicità
e trova l'energia per generare vita
ma sono anche l'incendio della foresta
di cui solo tu puoi frenare l'ossessione distruttiva.

Quando sei mare, oceano, inconoscibile distesa blu,
io sono la sabbia instabile, delicata, fragile
ma anche lo scoglio potente e indistruttibile
a cui si aggrappano instancabili i tuoi sentimenti,
la risacca delle emozioni, le onde delle tue speranze,
la marea estenuante del tuo cuore innamorato.

Quando sei ghiaccio, gelido sarcofago della tua passione,
io posso essere soltanto la fiamma
che discioglie il blocco dei tuoi freddi cristalli
fino a liberare il suono argentino dei mille rivoli
in cui dilaga nuovamente
il tuo sorriso, il tuo splendore, la tua dolcezza.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 25/03/2014 06:07
    L'uno che completi l'altro... questo è l0osservazione che lasci in questo tuo diligente verseggio amorevolmente costrutto.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0