PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Bellezza al mio cospetto

Sono uno specchio
parrebbe io sia un oggetto qualunque
ma non quando il mio ruolo è
di rifletter cotanta bellezza.

Tale splendida fanciullezza
anima gli spazi miei vuoti
spesso al calar del sole
ma mai fui immortalato
con ella in cotanto splendore.
Come a ricordar
la statuaria rappresentazione
di una splendida creatura d'altri tempi
come a mostrar i dolci lineamenti
di una bimba divenuta ormai donna.

Ella sembra uno splendido fiore
che tutti vorrebbero annusar con ardore
Scaldati all'alba da un tiepido sole
che il cuore fa sussultar
in preda alla sua grazia
e meravigliosa unica bellezza.

Grazie a colui che vedendo tal mia proiezione
ha potuto dar voce a nuova emozione
ritorno a sognar il prossimo giorno e aspetto
che ella torni al mio cospetto
ed il parolier ancor continuerà
a sentir tremare il suo cuore
nel duro ed inarcato petto.

Grazie splendida creatura
La cui bellezza fa sempre l'effetto
di una dolce e intensa tortura.

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 17/11/2015 04:13
    molto bella... complimenti.
  • Verbena il 18/09/2014 15:06
    Molto originale e bella spersonalizzazione dell'autore. Specchio è la trasparenza animata dei suoi occhi che contemplano l'immagine che si è improntata nelle sue pupille. Così ben disegnata l'immagine è visibile anche al lettore. Complimenti.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0