username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fatua Pelle

Cadrà via questo manto di pelle,
il cosmo si nutrirà del vento,
e le farfalle cadranno come coriandoli
colorando la scurezza del cemento.

Probabilmente splenderanno luci nuove,
ma giorni senza sole,
notti calde senza L'aquila
e distese prima verdi, spente.

Ruscelli così limpidi e irreali
che non c'è neanche una goccia da bere.
Immergi le tue mani sporche
e preparati a vederle sparire.

Cadrà via questo manto di pelle,
i morti vorranno un abat-jour
per illuminare le loro ceneri
sentendosi meno soli che in vita.

Tempeste di polveri rinascono
felici di non esser più in superficie
or sotto la terra bagnata e soffice
potranno distruggere il cemento.

Gracile traccia di verde è realtà
elogiare il vero è rara virtù,
coriandoli tornate nella Friabile Fattezza,
ci pensa già la Fatua Pelle a mascherare

Ogni sentiero

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0