username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Medusa

Palpebre serrate,
Tentacoli di veleno rossi
avvolti nel mare nero
ed un mare di naufraghi.
Tentacoli per difendere l'abisso
specchio dell'assenza,
coesione per veleno
che dell'acqua è Salvatore.
Esaltiamo il nostro apparente
esser fluido ed inutile
unendo la temuta sostanza.
Generale terrore marino,
ma siam qui per decorare
il mondo di chi non respira,
dell'immobilità.
Dalla superficie ai fondali
arriviamo per mostrare
la legge della
Medusa

quando sulla Terra
il sonno
cala

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0