PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sullo scrivere ed il mio desiderio arpionante di lasciare il Sito

Non
è facile
scrivere
e
cavalcare nello stesso tempo un raggio di luce

è
come voler tradurre

il testo di una canzone straniera

mentre si sta ancora cantando

con il rischio
di perdere il significato di una lingua a noi quasi incomprensibile
e
confonderlo con il ritmo dei nostri passi lasciato ad orma di danza su uno scricchiolante parquet

ritrovandoci

disarcionati
per aver mollato una briglia

in una triste locanda

a compilare con altri avventori
e santi bevitori
ancora ebbri di vino

i moduli delle proprie defunte memorie

non ho nessuna intenzione
mentre l'alato viaggio

continua

di far da tappezzeria
ad un mucchietto di parole

dove
probabilmente

da tempi
immemorabili

sono già seppellite

le nostre bianche ossa

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

"Oggi martedì primo aprile... vedo sul mio orizzonte una grossa e grassa balena bianca,,,,, galleggiare in barili d'olio "... dal diario del Capitano Achab della petroliera Perché no...


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/04/2014 09:02
    Ora siamo di nuovo felici! GRAZIE, CAPITANO!
  • Anonimo il 01/04/2014 15:21
    Spero che non sia lo scherzo del pesce d'Aprile Vincè!
    Il sito è già mal ridotto, non ci sono più neanche le nostre foto... che tristezza. Ma se manche tu, manca tutto!
    Quanti bei ricordi Vincè, quanti ne abbiamo passate! Questo sito ci ha fatto incavolare ma anche emozionare... Quanti momenti di sconforto, di battaglie e quanto ci abbiamo messo di nostro in questo sito pubblicando i nostri stati d'animi e i pensieri!
    Guarda che sono entrata per commentarti eh! Perciò... non scherzare!
  • frivolous b. il 01/04/2014 09:12
    hai un talento incredibile... anche nella ricercatezza della reticenza va da sè poetica...
  • Anonimo il 01/04/2014 07:43
    Oggi, niente aragosta a colazione, ma pesce d'aprile, fritto in barile... tanto l'orizzonte è pieno di barili d'olio galleggianti che si avvicinano così tanto, fino ad apparire deformi alla nostra vista!
    Purtroppo, dalla finestra di questa trista locanda, oramai neanche si canta... si ascolta solo musica incomprensibile e senza suono... una musica rotta dalla rottura delle nostre rotule... intanto a vista, navigano cetacei enormi, senza vista, che appaiono e poi scompaiono, ma è solo l'effetto primo aprile che, scherzando dice il vero e che vuol condurre le nostre ossa dentro la fossa comune della dimenticanza, senza il coraggio di aver creanza e rispetto per la panza.
    Vincé, sei stato chiaro, come la giornata splendida di stamattina!
  • Rocco Michele LETTINI il 01/04/2014 06:43
    Non è facile scrivere... non è facile lasciare un sentimento... quando tanti non lo sentono... Una frustata che in tanti meritano... SERENA GIORNATA

12 commenti:

  • augusto villa il 03/04/2014 00:15
    È giusto... come coi campi... Ogni tanto bisogna far riposare la terra... se si vogliono frutti buoni... L importante è che non sia un addio... Mi dispiacerebbe assai.
  • nicoletta spina il 02/04/2014 08:40
    Grande Cap, poeta meraviglioso, spirito libero con talento incredibile nella parola e nel senso universale. Comprendo il tuo bisogno ma so che qui ci sarà un grande vuoto. Io spesso sono latitante ma spero che sia solo un pesce d'aprile.
  • Vincenzo Capitanucci il 02/04/2014 07:32
    Un grazie a Tutti di cuore... per lo stesso motivo per cui eri andata via Vera... bisogno di silenzio.. per scavarsi più a fondo... e ritornerò per lo stesso motivo... per il quale sei tornata Tu... e anche altri... per condividere con Amore...
  • Anonimo il 02/04/2014 00:12
    ... Rileggendo: ma non ci hai detto, Vincenzo, il motivo vero per cui Tu, così contrario all'abbandono del Sito, ora ne hai voglia. Io credo che avrebbe fatto bene a molti sentirselo dire chiaramente... Chiaramente.
  • Anonimo il 01/04/2014 17:51
    Non ci lasciare Vincenzo! Tu con le tue bellissime poesie sei l'anima di questo sito!
  • Anonimo il 01/04/2014 09:35
    Perdonate gli errori, Scrittori: HO SCRITTO DI CORSA, E NON HO RILETTO perché, impiegando troppo tempo, IL TUTTO NON RISULTASSE ANONIMO... inutilmente! Vera Lezzi
  • Anonimo il 01/04/2014 09:20
    Meno male che l'Anonimo principale l'avevo firmato... Quello che parla di Gabbiano poteva mai non stargli vicinissimo?!... Vera Lezzi
  • Anonimo il 01/04/2014 08:44
    Quanto manca, stamattina più che mai, al mio nome e cognome, la presenza del mio amico Gabbiano... Che tanto sapeva di LIBERI VOLI... soprattutto d'ANIMA!
  • Anonimo il 01/04/2014 08:38
    Ci sono state, e ci sono ancora, non poche <anime in pena>, su questo Sito. Qualcuno, dalle idee chiare, un giorno ha deciso: vado via... e non è tornato più; altri, hanno giurato: lo amiamo troppo questo Sito... mai lo lasceremo. Io, mi sono fatta molto criticare per il mio ripetuto andarmene e tornare: sono diversi i motivi che alimentano ora quella, ora questa decisione... e non riguardano solo questo Sito, ma tutta Internet. A me non piace solo scrivere, ma comunicare, perciò la scoperta di questo mezzo straordinario di umani incontri è stato davvero per me, come dice papa Francesco, un dono di Dio, ma... in tanti modi dei doni di Dio fanno scempio gli uomini, e questo Sito, come altri web, non fa eccezione. C'è chi pretende di trovarvi solo poeti veri, eccelsi, e non sopporta il mediocre, il poco acculturato, e i suoi sogni; c'è chi non riesce a distinguere tra persona -diciamo così- normale, e individui con particolari sofferenze personali che vorrebbe condividere... scatenando lotte interminabili tra chi una mano vorrebbe porgere a tutti, aiutando così non poco anche sé stesso, e chi invece non transige e va giù duro con le sue reazioni; c'è la "peste" di tutti i siti internettiani, la categoria dei sadici che del tormento altrui mai si saziano... mettendo così in crisi due categorie opposte: chi invoca l'assoluta libertà di espressione e l'autoregolazione degli umani rapporti da parte di persone adulte, e chi non tollera la confusione tra libertà e preteso dominio assoluto sugli altri, invoca il diritto alla civiltà dei rapporti e la vorrebbe garantita... non si sa bene da chi, se non dalla legge vigente; c'è infine chi è ultra-sdegnato nei confronti di tutti coloro che web creano unicamente per guadagnarci su, ma poi se ne disinteressano completamente, presi come sono -unicamente ed ossessivamente- solo dall'ansia d'imporre sempre più pubblicità, e con mezzi sempre più schiavizzanti... Se, a tutto questo, aggiungete che c'è chi pensa solo a servirsi di ogni cosa esistente solo per sé stesso, di null'altro curandosi, e chi invece dell'Amore verso tutti vive appassionatamente, e solo questo vorrebbe sempre servire... ma da adulto, con dolcezza, certo, e generosità, ma anche forza e dignità... se la forza avrete di leggervi tutto questo... allora chiaro vi sarà perché tanto difficile possa essere per alcuni rispondere alla propria, sempre più frequente domanda: <Che faccio, resto e mai mi stanco di collaborare alla migliore utilizzazione di questo magnifico dono di Dio, o vado a cercarne altrove uno autentico, magari tutto mio, magari solo <cartaceo>, o di <rapporti umani reali, non virtuali> costituito???!... Perdonate, Amici un simile papiello! Vera Lezzi
  • karen tognini il 01/04/2014 08:06
    Se lasci tu il sito Vincenzo il sito muore... non ti ci provare...
    Lascia cantare la tua anima liberamente senza freni... scriverai ancora e ancora liriche meravigliose...
  • Chira il 01/04/2014 07:44
    Solo uno pesce d'aprile, vero?! La nave affonda senza di te, in tutti i sensi, anche se il sito continuasse.
    Chiara
  • loretta margherita citarei il 01/04/2014 07:12
    tu sei un pilastro x il sito

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0